Revolutionrock.it

ULTIME NEWS

Mar 16 Luglio, 2024 - 11:07

Idays: Queens & Royal spaccano

Avevate dei dubbi? Noi assolutamente no, anche se a dire la verità un pò di sudorino c’era venuto causa annullamento del concerto del 5/7. Impossibile spaccare se non ti presenti nemmeno al via. Rettifichiamo, impossibile per i comuni mortali ma possibile per i super fighi Josh Homme e Mike Kerr. E si dopo tanti articoli analizziamo questo aspetto che è parte integrante del tutto anche se la musica, i testi e le canzoni vengono molto prima per noi della old school. Arriviamo a Royal Blood iniziati e l’atmosfera è già caldissima. Volano reggiseni dalle retrovie verso il palco, le ragazze sono scatenate. Dopo alcuni pezzi partono con Figure It Out, canzone che parla di relazioni amorose dannose ma estremamente coinvolgenti, decisamente le nostre preferite, dal trasporto del pubblico possiamo dire che eravamo in buona compagnia. Le bacchette girano, le gambe saltano, la festa è totale. Avanti tutta con le complicazioni, le cose facili non ci sono mai piaciute. Dopo questa presa di coscienza collettiva è il turno dei QOSTA, partono con Little Sister e ci frulla in mente una frase dei Royal: “I hear trouble coming over and over again “. La potenza di fuoco dei Queens è imponente anche se a dire la verità i Royal non sembravano in due. Il concerto continua, Josh e gli altri si muovono sul palco consapevoli del loro elevato tasso tecnico, non è maturità, è qualcosa che va oltre. La band di Seattle ha un repertorio sconfinato, 8 album e 25 anni di carriera alle spalle che teletrasporta magicamente sul palco. L’esibizione ha un ritmo incredibile, quando Josh apre bocca tra una traccia e l’altra, pardon, tra un capolavoro e l’altro, spara pallottole infuocate, due al massimo tre parole, rendendo la serata leggendaria. Flyby!



About Author

Torna in alto