Revolutionrock.it

ULTIME NEWS

Lun 15 Luglio, 2024 - 11:07

“Questa è la mia festa”: Maria Antonietta in tour tra rock e poesia

Sono passati più di dieci anni da quando Letizia Cesarini, in arte Maria Antonietta, ha iniziato a sorprenderci con i suoi testi graffianti e struggenti, dove alle pene d’amore si mescolano la leggerezza e la disperazione dei vent’anni, la letteratura, la fame di tutto, e soprattutto la voglia di gridare e di essere dannatamente sincera.

Il 2024 per la cantante marchigiana si apre con due nuove date del suo tour La Tigre Assenza, partito lo scorso novembre 2023 tra i club italiani: Firenze, Cagliari, Cremona, Trento, Lecce, Molfetta, Palermo e Catania hanno accolto Maria Antonietta nei suoi concerti. Ora mancano solo pochi giorni alle due ultime date del tour: il 26 gennaio al Lumiere di Pisa e il 27 gennaio al Largo Venue di Roma.

Un tour affrontato con la voce, il cuore, la pancia, la testa, le gambe. Basta vedere una sola volta Maria Antonietta sul palco per innamorarsene e capire quanto lei stessa ami il suo pubblico, a cui ogni volta si dona interamente. Un’esperienza che lei stessa descrive come irripetibile:

Ogni volta è come la prima, ogni volta mi rende felice. Ho scritto La Tigre Assenza per alcuni assenti, feroci- non c’è niente di più bello che suonarlo ancora per voi, che siete i miei bellissimi, amati, presenti.

Maria Antonietta- Deluderti

L’ultimo disco della giovane artista, classe 1987, dà il nome al tour attualmente in corso. La Tigre Assenza è uscito lo scorso 26 maggio 2023, e sin dal titolo Maria Antonietta non nasconde una certa influenza letteraria, da sempre presente nel suo immaginario: il titolo omaggia l’omonima raccolta poetica di Cristina Campo. Dieci i brani che fanno parte dell’album:

  1. Diamante
  2. Arrivederci
  3. Sabato Mattina
  4. 375
  5. Insieme per sempre, solo a metà
  6. Per le ragazze come me (con Laila Al Habash)
  7. Con le buone maniere
  8. Viale Regina Margherita (scritto con Francesco Bianconi)
  9. Avevi ragione tu
  10. Santa Trinità

Sono passati più di dieci anni da quando Maria Antonietta ci ha aperto la porta sul suo mondo, e da allora possiamo dire che la ragazza di Saliva e Questa è la mia festa di strada ne ha percorsa molta, arrivando persino ad aprire, lo scorso luglio, il concerto di Lana Del Rey a Lido di Camaiore. Ma nonostante il successo e le chiare evoluzioni compositive, la cantante resta fedele a sé stessa, e invita ciascuno dei suoi ascoltatori a farlo:

Non ho intenzione di deluderti, ma questa è la mia faccia, e tutto quello che mi resta.

About Author

Torna in alto