Revolutionrock.it

ULTIME NEWS

Lun 22 Aprile, 2024 - 4:04

King Krule: musica in evoluzione

Archy Marshall, meglio conosciuto come King Krule

Nel panorama musicale contemporaneo indie britannico uno degli artisti che è riuscito a catturare l’immaginazione degli ascoltatori è King Krule.
Nato come Archy Ivan Marshall, il cantautore londinese ha saputo mescolare abilmente una vasta gamma di generi musicali per creare un sound personale e coinvolgente distinguendosi sin da subito per la sua voce consumata e potente.

Il suo debutto con l’album 6 Feet Beneath The Moon nel 2013 ha destato interesse grazie alla sua fusione di indie rock, jazz, industrial e hip hop. Questo lavoro ha posto le basi per la sua carriera, dimostrando la sua capacità di esplorare temi profondi e complessi attraverso una varietà di stili.

King Krule attinge alle sue radici nel cuore di South London per plasmare il suo distintivo sound. Cresciuto in un contesto intriso di varietà culturale e musicale, le sue influenze sono un mosaico di artisti iconici che hanno contribuito a modellare il suo stile unico. Tra questi si annoverano figure come Morrissey, Elvis Presley, Fela Kuti, J Dilla, Edwyn Collins e Tom Waits. Questa diversificata gamma di ispirazioni si riversa chiaramente nella sua musica, conferendogli una profondità che trasmette nella propria arte.

Easy Easy, Uno dei primi brani di successo di King Krule

È nei suoi ultimi lavori che Krule ha dimostrato uno sviluppo significativo. Progetti come The OOZ e Man Alive! hanno mostrato una maggiore maturità e un’approfondita esplorazione delle proprie emozioni, continuando a sperimentare attraverso nuovi suoni e atmosfere, mantenendo sempre una forte componente di introspezione e riflessione nei suoi testi.

Con Space Heavy, il suo ultimo album, King Krule continua a spingersi oltre i confini della creatività musicale. Questo concept album esplora il concetto di spazio intermedio, riflettendo sui viaggi di Marshall tra Londra e Liverpool e le sfide dell’identità e della trasformazione personale.  Interessanti brani come Filmsier Tortoise of Independency dalle sfumature soul, oppure la malinconia riflessiva di tracce come Seaforth, e persino la vivacità presente in Pink Shell.

Si tratta di un’opera musicale intensa e malinconica che riflette la complessità della vita dell’artista. Raffigura frammenti dell’animo umano odierno, immerso in un mondo sempre più disorientante. Space Heavy si presenta come una collezione coraggiosa di brani che esplorano il disagio nel cercare una forma di autenticità in un contesto ormai dominato dalla superficialità e da maschere.

King Krule grazie quindi alla sua capacità di rielaborare e rimescolare influenze diverse continua a ispirare e affascinare i propri ascoltatori. Con ogni nuovo lavoro, compreso quest’ultimo, dimostra di essere un’artista trasformativo in continua evoluzione.

Ultimo videoclip di King Krule tratto da Space Heavy

About Author

Torna in alto