Revolutionrock.it

ULTIME NEWS

Lun 22 Aprile, 2024 - 10:04

The Last Dinner Party: canzoni pop vestite con corsetti e chiffon

Il quintetto femminile con più hype del momento sconvolge fin da subito la scena musicale inglese. La loro proposta miscela perfettamente l’indie rock, il glam e il pop barocco, fortemente evidenziato dal potente immaginario estetico caratterizzato da corsetti, pizzo, maniche a sbuffo e abiti eternamente romantici. Neanche l’Italia rimane indifferente, la tappa milanese sold out con settimane d’anticipo ne è la prova.

La band è formata da Abigail Morris (voce), Emily Roberts (flauto, chitarra, mandolino), Lizzie Mayland (chitarra, voce), Aurora Nishevci (tastiere, voce), Georgia Davis (basso) e nasce a Londra nel 2021. Dopo essersi esibite come opening act per numerosi artisti di fama mondiale, catturano immediatamente l’attenzione del pubblico britannico e ipnotizzano i primi fan ancora prima di pubblicare musica.

Le aspettative non vengono minimamente deluse: se l’enorme carica artistica di questo progetto si percepiva fin da subito, con il primo singolo pubblicato diventa una certezza. Nell’aprile del 2023 esce Nothing Matters, una canzone che incapsula perfettamente l’estetica The Last Dinner Party. Il sound è romantico e decadente, evoca sontuosi banchetti vittoriani dove però la portata principale è il vuoto poetico ed esistenziale della Gen Z. Il dolore dell’insignificanza di un mondo insoddisfacente è reso un rituale catartico, collettivo e ballabile.

I will fuck you / like nothing matters è una frase semplice ma d’impatto, che ci fa sentire come se niente fosse davvero importante e che arrendersi al distacco emotivo e celebrarlo sia l’unica soluzione possibile. Il ricco banchetto è anche sonoro e le note che richiamano gli ABBA non lasciano l’amaro in bocca. Non passa inosservata neanche la grande attenzione alla moda, caratterizzata da chiffon, abiti vintage, corsetti rigidi, fiocchi e nastri svolazzanti. Lo stile accentua la femminilità e la rende drammatica, teatrale, potente e in qualche modo rock’n’roll. 

Nel 2024 pubblicano il disco Prelude To Ecstasy, una raccolta di 12 canzoni euforiche ma emotivamente devastanti dal fascino stravagante e antico ma estremamente pop. Un sound perfetto per la Generazione Z, nata con un’esigenza di modernità ma con un’anima profondamente legata alla sfera vintage e romantica. Non mancano le influenze di Florence and the Machine ma la voce e la scrittura di Abigail Morris ha un’andatura selvaggia e straziante, unica nel suo genere. I testi disinibiti firmati The Last Dinner Party raccontano spesso di relazioni intense e probabilmente brevi, come giochi di luci stupefacenti ma destinati a finire. Di seguito la tracklist:

1. Prelude To Ecstasy
2. Burn Alive
3. Caesar on a TV Screen
4. The Feminine Urge
5. On Your Side
6. Beautiful Boy
7. Gjuha
8. Sinner
9. My Lady of Mercy
10. Portrait of a Dead Girl
11. Nothing Matters
12. Mirror

È inutile ribadirlo, quando una band fresca riesce catturare elementi del passato e trovare una chiave per renderli personali e accattivanti, viene istantaneamente notata dagli appassionati di concerti, di musica emergente e ovviamente dal popolo di TikTok, sempre rapidissimo a intercettare correnti innovative e glamour. L’Inghilterra fa la sua parte, gli anni passano ma continua a essere una miniera di stelle della musica e sforna ogni anno una grande quantità di opere nuove. Gioca un ruolo fondamentale anche l’urgenza femminile di farsi valere, la female rage emerge sempre di più nella musica e nell’arte in generale, manifestando un bisogno estremo di gridare a squarcia gola le proprie idee e la propria natura senza censure.

About Author

Torna in alto